Come tinteggiare le pareti di casa

Tinteggiare pareti
Vuoi tinteggiare le pareti di casa? Scopri i prodotti e le tecniche giuste per imbiancare in pochi semplici passi

Hai appena traslocato e vuoi dare un tocco nuovo alla tua casa oppure vuoi donare nuova luce alla tua camera da letto? Tinteggiare le pareti è senz’altro un’operazione impegnativa ma con la nostra guida scoprirai che è molto più semplice di quanto credevi! A partire dai prodotti e gli strumenti appropriati, scopri come dipingere le pareti in modo semplice e veloce.

 
Tinteggiatura FAI-DA-TE, ecco cosa ti serve:

Partiamo dagli strumenti necessari per iniziare a tinteggiare. La cosa migliore è quella di esaminare con attenzione in che stato si trovano le pareti, vedi dei fori? delle crepe? Non sono lisci come dovrebbero? Se così fosse, prima di prendere in mano rullo e pennello, bisogna armarsi di carta vetrata, stucco, spatola in metallo e di un po’ di pazienza.

Mentre per la tinteggiatura vera e propria servirà: la quantità giusta di colore (basta indicare al rivenditore la metratura quadrata delle pareti da trattare), di un rotolo di nastro di carta, di un pennello e di un rullo. Se è la prima volta che ti cimenti in questa operazione, è meglio procurarsi anche dei teli per proteggere il pavimento da eventuali (e probabili) schizzi di colore.

 

Idropittura Lavabile o Pittura Acrilica?

Esistono due tipologie di tinteggiatura per pareti: l’idropittura lavabile e la pittura acrilica.  Nel primo caso le pareti vengono semplicemente colorate, e manterranno la loro caratteristica di opacità e naturalezza. Questo tipo di pittura tende ad essere più resistente nel tempo e a trattenere meno lo sporco.

Nel caso della pittura acrilica invece, si otterrà un effetto traslucido, simile allo smalto per unghie. Con questo tipo di vernice occorre prestare molta cura alla pulizia dei pennelli, che andranno lavati e asciugati meticolosamente per evitare di danneggiarli, e questo perché la pittura acrilica è indissolubile. I vantaggi di questa tipologia sono: un’asciugatura rapida e una stesura semplice.

Scegli la tipologia che preferisci e preparati a tinteggiare!

 

Tinteggiare le pareti: step-by-step
  • La prima cosa da fare è preparare le pareti: come accennavamo all’inizio dell’articolo, nel caso in cui le pareti presentino crepe è necessario coprirle con dello stucco. Mentre se noti delle crepe o delle semplici imperfezioni basterà passare una mano di carta vetrata per uniformare la superfice. Mi raccomando, se passi o stucco assicurati di rispettare i tempi di essiccazione dello stesso (solitamente sono indicati sulla confezione). Superata questa fase, considera l’utilizzo di quello che nel mondo della tinteggiatura si chiama fissativo: questo prodotto è consigliato soprattutto se l’appartamento è stato ristrutturato di recente o se hai notato tracce di umidità sul muro.

 

  • Il secondo step è (finalmente) la tinteggiatura: Prima di prendere in mano rullo e pennello però, è importante proteggere con dei teli di plastica il pavimento e adoperare il nastro di carta per delineare i contorni che non devo essere tinteggiati. Si tratta di un lavoro di precisione ma vedrai, farà tutta la differenza del mondo! Consigliamo di iniziare a tinteggiare le pareti dalle zone dove il rullo è meno pratico da usare. Una volta fatti i contorni, puoi proseguire con il rullo. Fai attenzione però, il rullo assorbe una grande quantità di colore e andrà quindi scolato bene prima di passarlo sulla parete. La scolatura permette anche di non creare quelle odiose gocce che una volta seccate rovinano l’opera. Non preoccuparti se il colore appena passato è più scuro di quanto immaginassi, quando si asciugherà tenderà ad attenuarsi e a prendere la forma finale.

 

Vedrai che seguendo le istruzioni riportate su questo articolo tinteggiare le pareti sarà più facile del previsto. Se non dovessi essere un amante del rischio e volessi ottenere un risultato impeccabile puoi sempre affidare il compito a qualcuno di più esperto! I nostri imbianchini sono sempre a tua disposizione.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Share on facebook
Share on linkedin
Share on email
Potrebbe interessarti