6 esempi per la disposizione delle piastrelle in bagno

Home  ›  Blog  ›  6 esempi per la disposizione delle piastrelle in bagno (2024)

6 esempi per la disposizione delle piastrelle in bagno (2024)

Scopri 6 esempi per la disposizione delle piastrelle in bagno, quali sono le differenze tra le diverse disposizioni e come scegliere la più adatta alle tue necessità

Ricevi subito fino a cinque preventivi su misura per te!

Valutazione media delle imprese

4,9
(352)

Realizza il tuo progetto con ShoesOff!

Ricevi gratuitamente fino a cinque preventivi da professionisti verificati

Indice

6 esempi per la disposizione delle piastrelle in bagno Informazioni generali

La scelta dello schema di posa delle piastrelle è un aspetto fondamentale da considerare quando si ristruttura un bagno

Per la scelta dello schema di posa più adatto al tuo caso specifico, ti consigliamo di prendere in esame i seguenti fattori: 

  • Dimensioni del bagno: Le proporzioni dello spazio disponibile possono guidare la scelta verso schemi che ne ottimizzino la percezione. Ad esempio, la posa orizzontale può allargare visivamente un bagno piccolo.
  • Stile: Lo schema di posa deve rispecchiare lo stile della casa e le preferenze personali. Schemi geometrici e lineari tendono ad adattarsi meglio in contesti moderni, mentre disposizioni più classiche, come la scacchiera, possono richiamare uno stile più classico.
  • Illuminazione: La quantità di luce presente nel bagno può influenzare la scelta delle piastrelle e del loro schema. Piastrelle chiare e schemi aperti possono contribuire a rendere lo spazio più luminoso.
  • Manutenzione: Alcuni schemi di posa, specialmente quelli con molte fughe, possono richiedere una pulizia più frequente.

 

Nei prossimi paragrafi vedremo insieme alcuni esempi di schemi di posa per bagni.

 

6 esempi per la disposizione delle piastrelle in bagno Disposizione a spina di pesce

Questa tecnica, che prende il nome dalla somiglianza con lo scheletro di un pesce, consiste nel posizionare le piastrelle in file inclinate che si alternano per creare un pattern a zig-zag. Ogni piastrella è posata ad angolo rispetto alla precedente, formando una sequenza armoniosa e dinamica che può variare in base alla dimensione e al colore delle piastrelle utilizzate.

Che si tratti di un bagno di servizio o di un bagno padronale, la spina di pesce ha la capacità di trasformare lo spazio, aggiungendo profondità. In particolare, quando utilizzata sul pavimento, questa disposizione può allungare visivamente lo spazio, mentre se applicata alle pareti può far aumentare l’altezza percepita del soffitto, rendendo il bagno più aperto. 

La scelta delle piastrelle gioca un ruolo fondamentale sulla resa finale della disposizione. Per esempio, piastrelle lunghe e strette in tonalità chiare sono ideali per bagni in stile minimalista. Inoltre, variando il contrasto tra le fughe e le piastrelle, è possibile ottenere effetti visivi completamente differenti.

 

6 esempi per la disposizione delle piastrelle in bagno Disposizione a scacchiera

La disposizione a scacchiera è uno degli schemi di posa più iconici, caratterizzato da piastrelle alternate in due colori contrastanti, tipicamente bianco e nero, che formano un pattern che ricorda una scacchiera. 

Questo schema non solo aggiunge profondità e interesse visivo al pavimento o alle pareti ma può anche servire a delineare diverse aree all’interno del bagno, come la zona doccia o il vano vasca.

Una delle principali caratteristiche della disposizione a scacchiera è la sua flessibilità in termini di personalizzazione. Sebbene il bianco e nero siano i colori tradizionali, l’adozione di una palette di colori alternativa può modernizzare lo schema e adattarlo ad un’estetica più attuale. Anche la scelta delle dimensioni delle piastrelle influisce notevolmente sull’aspetto finale, piastrelle più grandi possono rendere lo spazio più moderno e minimalista, mentre piastrelle più piccole tendono a evocare un senso di classicità e ricercatezza. 

 

6 esempi per la disposizione delle piastrelle in bagno Disposizione a mosaico

Questo schema di posa, offre una libertà creativa senza pari, permettendo di personalizzare il bagno a proprio piacimento. Le tessere del mosaico, che possono variare in termini di materiali da ceramiche e porcellane a vetro e pietre naturali, riflettono la luce in modi diversi, creando un gioco luminoso che può vivacizzare lo spazio e conferirgli un dinamismo unico.

La versatilità della disposizione a mosaico si rispecchia nella gamma di stili che può abbracciare, dai motivi geometrici, che conferiscono un aspetto moderno e pulito, ai disegni che raffigurano piante o animali, che possono conferire un senso di movimento. 

La scelta di utilizzare un mosaico in bagno implica anche considerazioni pratiche. Nonostante la sua bellezza, la posa a mosaico richiede una notevole abilità artigianale, soprattutto per disegni più complessi. Questo può incidere sul costo complessivo del progetto, sia in termini di materiali che di manodopera. Inoltre, la manutenzione può essere più impegnativa rispetto a schemi di posa più semplici, poiché le numerose fughe tra le tessere possono accumulare sporco e umidità.

 

6 esempi per la disposizione delle piastrelle in bagno Disposizione in blocchi di colore

La disposizione in blocchi di colore rappresenta una tecnica di posa che utilizza piastrelle di dimensioni standard in una varietà di tonalità per creare aree distinte all’interno del bagno. Questa disposizione è particolarmente efficace in bagni di dimensioni medie o grandi, dove la suddivisione dello spazio in zone funzionali è maggiormente consentita.  

La scelta dei colori gioca un ruolo fondamentale in questa disposizione. Colori vivaci e contrastanti possono infondere energia e vivacità, mentre tonalità più sobrie tendono a creare un’atmosfera rilassante. 

La disposizione in blocchi di colore ma offre anche la possibilità di utilizzare materiali diversi, per aggiungere ulteriore interesse allo spazio.

 

6 esempi per la disposizione delle piastrelle in bagno Disposizione a chevron

La disposizione a chevron, con la sua sequenza di piastrelle disposte a V, è in grado di infondere un tocco contemporaneo a qualsiasi bagno. Questo schema è caratterizzato dalla posa inclinata delle piastrelle, che formano una serie di punte di freccia che si susseguono in modo simmetrico, creando un effetto visivo di grande impatto.

La disposizione a chevron può essere particolarmente efficace in spazi ristretti, dove i suoi motivi contribuiscono ad espandere visivamente lo spazio, guidando l’occhio lungo la lunghezza del bagno. Questo schema è quindi perfetto per chi desidera aggiungere una sensazione di ampiezza a bagni piccoli o stretti.

La scelta dei materiali e dei colori può variare ampiamente, offrendo la possibilità di personalizzare il design in base allo stile che si desidera. Dalle tonalità neutre per un ambiente più sobrio e rilassante, fino a colori vivaci per chi cerca un effetto più distintivo. 

 

6 esempi per la disposizione delle piastrelle in bagno Disposizione a mattoni sovrapposti

La disposizione a mattoni sovrapposti è una variante della classica posa a corsi incrociati, dove le piastrelle rettangolari sono disposte in file orizzontali sovrapposte, con ciascuna fila spostata di metà piastrella rispetto a quella sottostante. Questo schema di posa, per la sua semplicità e pulizia visiva, è particolarmente adatto per bagni dal design minimalista o industriale.

Questa disposizione può essere adattata a bagni di qualsiasi dimensione, contribuendo a creare un senso di continuità. La scelta delle piastrelle, in termini di colore, dimensione e finitura, può influenzare notevolmente l’atmosfera del bagno. Per esempio, piastrelle grandi e di tonalità chiare possono rendere lo spazio più luminoso e ampio, mentre l’utilizzo di colori scuri o finiture materiche può conferire al bagno un carattere più intimo e accogliente.

 

Conclusione

La scelta dello schema di posa delle piastrelle è uno dei principali elementi da considerare nella progettazione di un bagno. Dalla disposizione a blocchi di colore, che utilizza il colore come elemento distintivo, alla disposizione a chevron, fino alla serenità trasmessa dalla posa a mattoni sovrapposti, ogni schema offre differenti possibilità di personalizzazione. 

 

6 esempi per la disposizione delle piastrelle in bagno — Come risparmiare

La posa delle piastrelle in bagno è un’operazione delicata che va affidata a ditte esperte.

Se non sai a quale professionista/ditta rivolgerti oppure i preventivi che hai ricevuto non ti hanno convinto, su ShoesOff potrai trovare professionisti con anni di esperienza alle spalle, pronti a garantirti un servizio di qualità al prezzo giusto.

I professionisti iscritti su ShoesOff eseguono sopralluoghi e preventivi gratuiti, andando incontro alle tue necessità economiche e progettuali. Potrai contare su di loro non solo per la realizzazione dei lavori ma anche per qualsiasi consulenza in materia. Tutto questo è indirizzato a fornirti un servizio di qualità, personalizzato e al giusto prezzo.

Pubblica il tuo progetto su ShoesOff e ti metteremo in contatto con un elenco personalizzato di imprese verificate, appositamente selezionate per il lavoro che hai richiesto (in base alla posizione, budget ed esperienza con lavori come il tuo).

Le imprese su ShoesOff sono verificate dal nostro team e vengono valutate in base all’esperienza nel settore, qualità dei lavori svolti e recensioni di vecchi clienti.

Potrebbe interessarti

Realizzare il tuo progetto con ShoesOff è semplice e gratuito

1

Raccontaci il progetto che vuoi realizzare

Effettua una richiesta in pochi semplici passi indicando il servizio di cui hai bisogno, le tempistiche e dove ti trovi.

2
Ricevi rapidamente una o più offerte su misura per te

Le imprese interessate al tuo progetto si metteranno in contatto con te per offrirti una consulenza ed un preventivo gratuito e senza impegno.

3
Stabilisci l'inizio lavori con la ditta e ristruttura senza paura!

Scegli l’impresa che ti convince di più in base al prezzo proposto, alle garanzie che ti offre e al rispetto delle tempistiche da te indicate.

error:
Registrazione Cliente [Form Generico - Servizio]
Come possiamo contattarti?
Non preoccuparti, i tuoi contatti verranno condivisi solo con le ditte interessate alla tua richiesta di preventivo.